MPPU italia

I giovani della scuola Mppu di Treviso in visita al Consiglio Regionale del Veneto

Una delegazione della scuola Mppu di Treviso ha fatto visita per la prima volta al cuore delle istituzioni regionali. Non poteva mancare questo appuntamento sostenuto da tutti ma preparato grazie alla presenza della nuova consigliera regionale Cristina Guarda.

Per chi, lungo il Canal Grande, si porta in direzione San Marco, dopo il grande Palazzo Pisani Gritti, può notare due palazzi attigui, l’uno più grande, con facciata tipicamente rinascimentale, l’altro più piccolo, in forme gotiche, restaurati di recente, che sono oggi la sede del Consiglio regionale del Veneto mentre di fronte si può ammirare la chiesa della Madonna della Salute.
In questo suggestivo scenario venerdì 11 dicembre siamo stati accolti insieme alla consigliera Cristina dal Presidente del Consiglio regionale Roberto Ciambetti della Lega Nord. Oltre che ammirare i vari saloni abbiamo voluto conoscere e approfondire la funzioni del Consiglio regionale, le competenze della giunta e inoltre come sono state costituite le attuali 5 commissioni regionali, lo statuto e le varie leggi. Ma sentiamo Cristina cosa ci dice : "Sono felicissima di poter accogliere i giovani della Scuola di Partecipazione in Consiglio: un momento importante perché reputo essenziale che i cittadini siano coscienti delle modalità di lavoro del Consiglio Regionale. Proprio per questo sono attiva promotrice di momenti di sensibilizzazione alla partecipazione attiva della cittadinanza alla Politica”. "E poi, che questi giovani si impegnino in progetti di partecipazione, che hanno come comun denominatore la fraternità intesa nel suo significato storico e sociale, deve scuotere gli animi di ogni cittadino e politico: siamo chiamati ad impegnarci con ancora più forza nel dedicarci all'attività politica con passione non solo per il proprio partito o le proprie idee, ma dando la precedenza al sentirsi "fratelli", parte di un'unica Comunità e quindi portatori di prassi politiche che rifiutano la divisione e l'offesa, scegliendo la strada del dialogo generoso e rispettoso".
Abbiamo potuto assistere ad una parte dei lavori del consiglio: si stavano discutendo i vari emendamenti della legge del bilancio di previsione annuale.
E’ stata una esperienza fondamentale che sottolinea l’importanza dell’incontro tra le istituzioni e i giovani. Momento costruttivo anche se non esaustivo per coprire il divario e la diffidenza delle nuove generazioni verso il mondo della politica ma anche punto di partenza per aprire un dialogo che non si fermi al giorno delle elezioni.


I giovani della scuola Mppu di Treviso con il Presidente del consiglio regionale Roberto Ciambetti

Forum per la fraternità in politica

MPPU italia

Il Mppu Italia mette a disposizione questo Forum il cui obiettivo è il dialogo su temi di attualità e cultura politica nella diversità e con l'orizzonte della fraternità universale. Per partecipare al Forum occorre condividere il Patto di adesione (scarica il documento) e chiedere l'iscrizione.

Entra nel Forum

L'attualità politica

Blog da sfogliare

Umanità Nuova
a cura della Segreteria Internazionale

Lavori in corso verso la realizzazione del bene comune

Unum Multiplex
a cura di Pasquale Ferrara

Percorso critico alla ricerca di una cultura del dialogo tra le civiltà

NetOne.org
a cura della rete internazionale di NetOne

Nodi dell'informazione e della comunicazione nell'attualità

MPPU - Movimento politico per l'unità

2009-2012 MPPU - Movimento politico per l'unità
MPPU fa parte di "New Humanity”, ONG fondata nell'anno 1987 che gode dello Status Consultivo Generale presso il Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite (ECOSOC).
Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Il sito è stato realizzato con un software libero rilasciato con una GNU/GPL License.
Annette Löw: webmaster@mppu.org

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.